Institutes kev cai dab qhuas thiab kev tourism: txuj rov ua hauj lwm thiab kev loj hlob nyob rau hauv cov scenario tshiab uas txais tos

Il CITS-Centro Italiano Turismo Sociale con il Comitato Toscana, yug hauv 2018, ha presentato la sua attività di supporto ai responsabili delle case per ferie e delle strutture religiose della Toscana per migliorare e valorizzare l’offerta di una vacanza più consapevole, contemplativa e meditativa alla scoperta di itinerari, luoghi, territori e identità territoriali della Toscana.

Il tutto è avvenuto a Firenze, presso Le Murate, dove si è svolto il convegno “Institutes kev cai dab qhuas thiab kev tourism: txuj rov ua hauj lwm thiab kev loj hlob nyob rau hauv cov scenario tshiab uas txais tos”.

Sono stati evidenziati gli obiettivi che riguardano l’assistenza alle case per ferie in tutti gli ambiti della loro attività: dall’amministrazione alla fiscalità e adeguamento normativo, dalla gestione operativa alla promozione e alla comunicazione attraverso l’inserimento in un network in grado di promuovere le struttura proponendo itinerari alla scoperta e conoscenza di luoghi, territori anche meno conosciuti della Toscana. Non meno importante anche l’aspetto relativo all’arredamento delle strutture, molte delle quali necessitano di un restyling.

Tra i relatori del convegno Ugo Greatti, presidente CITS Nazionale, il vice presidente Luca Baiosto, don Marco Fagotti Assistente Ecclesiastico per il Turismo e Tempo Libero della Conferenza Episcopale Toscana.

Il CITSCentro Italiano Turismo Socialeè un’associazione nazionale di promozione sociale, di ispirazione cristiana che si occupa di tempo libero e turismo. Ntawm 1974 promuove e valorizza il turismo sociale e religioso e l’attività delle Case per Ferie, strutture ricettive extralberghiere condotte per lo più da Comunità religiose.

Il CITS collabora inoltre con l’ufficio Nazionale per la Pastorale del Tempo Libero, Sport e Turismo della Conferenza Episcopale Italiana, e rappresenta la categoria delle case per ferie presso le istituzioni a tutti i livelli, locale, regionale e nazionale.

Scopo dell’Associazione è quello di promuovere, valorizzare e tutelare le oltre 3.000 strutture in Italia presso cui è possibile trovare un particolare spirito di accoglienza e cura dell’ospitalità ed attenzione alla persona, in ambienti a misura d’uomo, in cui ricreare spirito e corpo.

Il CITS, intendendo affermare ruolo e valore del turismo sociale ed associativo, si rivolge a famiglie, laus, Tus menyuam, proponendo attività turistiche e viaggi culturali e spirituali di qualità, attraverso la costituzione di Comitati territoriali

L’Associazione infine assiste le case per ferie in tutti gli ambiti della loro attività: amministrazione e fiscalità, adeguamento normativo, gestione operativa, promozione e comunicazione.

Riprese video e interviste di Franco Mariani.

Frank Mariani
Dal numero 228– Anno V del 28/11/2018