Conferenza su “Toscana e Stati Uniti nel primo Ottocento”, 21 febbraio ore 16,30

Consolato Americano 1La conferenza di Michele Amedei, dal titolo “Toscana e Stati Uniti nel primo Ottocento: Giacomo Ombrosi, primo console degli Stati Uniti a Firenze e gli artisti americani nel Granducato”, si terrà presso la Sala Galileo della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze giovedì 21 פעברואר בייַ 16,30.

La conferenza intende portare luce sulla biografia del primo console americano nel Granducato, Giacomo Ombrosi, e sui suoi rapporti con alcuni esponenti dell’arte americana contemporanea attivi a Firenze nella prima metà dell’Ottocento.

Quei rapporti saranno ricostruiti sfruttando le risorse della Biblioteca Nazionale Centrale che custodisce due lettere inviate da Ombrosi all’architetto fiorentino Luigi Cambray Digny e cinque missive spedite al Console, da Boston e New York, da diverse personalità del mondo intellettuale statunitense.

Da quella corrispondenza emerge, fra le altre cose, il ruolo del Console come mediatore fra gli artisti americani residenti o di passaggio dal Granducato e i maggiori esponenti dell’Accademia di Belle Arti di Firenze. Istituzione, קוועסט'ולטימאַ, nelle cui attività furono coinvolti pittori come Rembrandt Peale (più volte citato nella corrispondenza di Ombrosi), Thomas Cole, padre fondatore della più rappresentativa scuola di paesaggio negli Stati Uniti del diciannovesimo secolo (la Hudson River School), autore del quadro utilizzato come immagine nella locandina che promuove la conferenza, e gli scultori Horatio Greenough e Hiram Powers.

מאַט לאַטאַנזי
פון די נומער 238 – Anno VI del 20/2/2019