Firenze ha ricordato le vittime dell’Alluvione del 1966 nel 54mo anniversario

L’Associazione Firenze Promuove, come avviene dal 1994, assieme al Comune di Firenze, lub 11 xyoo laus, tus 4 novembre scorso ha ricordato il 54° anniversario dell’Anniversario dell’Alluvione con alcune iniziative ufficiali.

Presso il cimitero comunale San Felice a Ema, al Galluzzo, l’Assessore alla cultura della memoria e al personale, Alessandro Martini ha deposto una corona di alloro del Comune sulla tomba di Carlo Maggiorelli, l’operaio dell’acquedotto comunale dell’Anconella morto sul lavoro per non avere abbandonato la sorveglianza degli impianti, unico dipendente comunale morto durante l’Alluvione. Con l’Assessore erano presenti il figlio e la nipote, e il Presidente di Firenze Promuove, Giornalista Franco Mariani, e nostro direttore.

Nyob 11 la Santa Messa per le vittime, quest’anno a causa delle norme anticovid celebrata nella Basilica di Santa Croce, che ha permesso un ampia celebrazione. Anche perchè il piccolo ma suggestivo Oratorio della Madonna delle Grazie, dove ogni anno si celebra questa funzione liturgica è stata chiusa pochi giorni dopo la celebrazione dell’anno scorso a causa rischio crollo di quel tratto del lungarno, e ad oggi entrambi sono ancora chiusi.

A presiedere la Santa Messa doveva essere il Cardinale Ernest Simoni, ma a causa delle sue precari condizioni di salute ha dovuto rimandare all’ultimo minuto, sostituito da Padre Paolo Bocci, Padre Guardiano del Convento di Santa Croce.

Erano presenti i Gonfaloni del Comune di Firenze, della Regione Toscana e della Provincia di Firenze.

Invitato speciale quest’anno la Scuola Marescialli e Brigadieri dei Carabinieri di Firenze, con il Generale Comandante, il cappellano e alcuni Allievi in rappresentanza, di cui quest’anno si celebra i 100 anni di presenza a Firenze, e i cui allievi, nyob rau hauv 1966 si prodigarono, nonostante la Scuola stessa fosse stata alluvionata, nell’aiuto alla popolazione fino alla fine di dicembresi. Una targa, fatta affiggere nel marzo del 2019 Association Txhawb nqa Florence, sulla facciata della ex scuola in Piazza Stazione, ricorda il loro operato.

Nel corso della celebrazione si è pregato in maniera speciale per la guarigione del Cardinale Gualtiero Bassetti che a Firenze è per tutti don Gualtiero, attualmente ricoverato in terapia intensiva a Perugia a causa del Covid. “E’ stato un Angelo del Fango che si prodigò per la popolazione fiorentina nei giorni terribili dell’alluvione – hanno ricordato i presidenti Franco Mariani e Luca Milani del Consiglio comunale – e gli siamo vicini in questo momento di difficoltà”.

Nyob rau ntawm lub kawg ntawm lub Mass, sempre nella Basilica, si sono tenute le commemorazioni ufficiali da parte dei Presidenti Mariani e Milani, assieme al discorso del Generale Cogliano, Comandante della Scuola dei Carabinieri.

Tom qab, presso il Ponte alle Grazie, senza concorso di cittadini secondo quanto previsto dalle norme anticovid, pm 12,45 si è svolto il tradizionale lancio in Arno della Corona d’alloro del Comune di Firenze in memoria delle vittime da parte dei Presidenti Mariani, Milani assieme al Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, primo Governatore della Toscana a partecipare, nyob rau hauv 25 anni a questa cerimonia. e del Generale Cogliano, Comandante della Scuola Carabinieri.

Riprese video e foto di Franco Mariani.

Matt Lattanzi
Los ntawm tus xov tooj 317 – Anno VII del 11/11/2020

This slideshow requires JavaScript.