“In punta di sangue”, il primo romanzo della giornalista Francesca Tofanari

Debutto nel romanzo della giornalista Francesca Tofanari, già autrice di libri – “Missa est”, “Artigiani in Firenze”, “Sassaiole e capirotti” scritto con Matteo Poggi - con “In punta di sangue”, un romanzo a tinte varie, con i personaggi che prendono vita nelle illustrazioni della grafica Oliva Cordella.

Per l’autrice è “difficile inquadrare il romanzo in un genere ben definito. Parlerei più di una contaminazione di generi: un giallo con sfumature rosa, dove non manca una buona dose di ironia, a tratti commovente. È un romanzo leggero e divertente, che esplora l’universo femminile, quello di donne ‘dolcemente complicate’, con le loro mille sfaccettature, i cambi di umore, le difficoltà di farsi spazio in una società un po’maschilista. Il libro nasce dal desiderio di raccontare, da un lato il dietro le quinte della danza classica, dall’altro di porre l’accento sul problema della chiusura dei corpi di ballo avvenuta negli ultimi anni in diverse città d’Italia, tra cui Firenze, anche se ho scelto di non ambientarla in una città precisa perché vorrei che chi legge il libro pensasse ad ogni luogo dove un teatro ha chiuso le porte alla danza”.

Riprese video e interviste di Franco Mariani.

Frank Mariani
Dengan nombor 275 – Anno VI del 11/12/2019