Txoj kev kawm ntawv xyoo inauguration 2020-2021 Tsev kawm ntawv ntawm lub tsev kawm ntawv Sacred Art nyob rau hauv Florence

Questo l’annuncio più rilevante dato in occasione dell’inaugurazione del IX Anno Accademico la cui cerimonia si è svolta sabato 10 Lub kaum hli ntuj, tom 11, presso l’Istituto degli Innocenti, in piazza della Santissima Annunziata a Firenze.

Grazie alla collaborazione con la IUL, università telematica dell’ateneo fiorentino e di INDIRE, la scuola propone un Master (teorico-pratico) e un Corso di Perfezionamento (solo teorico), tra di loro modulari, con la parte teorica che si svolge online e la parte applicativa in presenza.

“Dal punto di vista didattico l’offerta è molto innovativa – ha dichiarato alla stampa la Presidente Stefania Fuscagni – perché unisce la praticità dei corsi online con la sperimentata ed efficace metodologia di apprendimento manuale nei nostri laboratori.”

Dopo ormai 8 anni di attività la scuola fiorentina si conferma come scuola di eccellenza, in grado di attrarre studenti e giovani artisti italiani e stranieri, offrendo loro una solida formazione che li porta, nyob rau hauv 70% dei diplomati, all’inserimento nel mondo artistico, artigianale e produttivo.

Con la nuova offerta formativa la scuola si rivolge per la prima volta anche ai docenti, alle guide turistiche, ai responsabili dell’arte sacra delle diocesi, e a tutti coloro abbiano interesse per “la via della bellezza” come materia di studio, di lavoro e riflessione.

Prosegue inoltre la collaborazione con la Facoltà Teologica dell’Italia Centrale che fornisce alcuni dei docenti delle materie teologiche e, xyoo no, il relatore della conferenza inaugurale, Il prof. Basilio Petrà intervenuto sul tema “Respirare a due Polmoni” aprendo così anche il ciclo pubblico di 10 incontri “Dialoghi per Capire” tutti incentrati sul rapporto tra Oriente e Occidente cristiano per vivificare la vita spirituale e l’arte di oggi.

“La scuola, – ha affermato il vicepresidente Paolo Blasisenza trascurare il necessario apprendimento delle tecniche della tradizione, sta manifestando anche un interesse per la ricerca artistica al servizio delle esigenze della Chiesa contemporanea, sia nel caso degli adeguamenti liturgici che in quello dei nuovi edifici di culto.” Un interesse che la porterà a cercare la collaborazione con architetti che vogliano cimentarsi con il tema dello spazio sacro.

Le attività svolte nel passato anno accademico sono state illustrate da Giorgio Fozzati che, pur continuando a collaborare, lascia l’incarico di direzione a Lucia Tanti.

Tra i corsi del 2020 di particolare importanza “I Passi dell’arte”, per artisti non vedenti, che si è svolto nel mese di settembre.

A dicembre invece – dal 4 al 14 –, proprio all’interno dell’Istituto degli Innocenti, sarà inaugurata una mostra dedicata alla maternità con l’esposizione di circa 20 opere dei maestri della scuola e dei loro allievi.

Video footage thiab cov duab Jaime Macias.
Frank Mariani
Los ntawm cov xov tooj 313 – Xyoo VII 14/10/2020