Lanciata nello spazio la prima bistecca alla fiorentina

Missione compiuta per “Fiorenza”, la prima bistecca alla fiorentina lanciata nello spazio.

L’astronauta speciale – una lombata di 1,2 kg – è decollata all’alba del 15 aprile dalla Tenuta Sant’Ilario a Gambassi Terme (Fi) ed è atterrata “sana e salva” dopo un volo di circa quattro ore.

La bistecca ha raggiunto la stratosfera, agganciata ad un tagliere di legno e trainata da un pallone aerostatico riempito con sei metri cubi di elio puro.

Fiorenza ha toccato un’altezza di 31 km ed ha resistito a una temperatura di -54 °C prima che il pallone aerostatico che la sollevava scoppiasse a causa della pressione. A quel punto Fiorenza ha iniziato la fase di discesa a terra, frenata da un paracadute, atterrando nelle campagne senesi a cica 15 km dall’area di lancio.

Alla struttura era fissato un GPS che ha permesso di localizzare il punto di atterraggio.

Il team della Trattoria dall’Oste – che ha ideato l’iniziativa per porre l’attenzione sulla bistecca alla fiorentina e il suo legame col territorio, all’indomani dell’avvio dell’iter per ottenere il riconoscimento come patrimonio mondiale Unesco – celebra il successo dell’impresa: “Era una sfida, una scommessa con noi stessi – ha sottolineato Antonio Belperio, titolare del ristorante – e tutto è andato per il meglio: i ragazzi di Black Whale che hanno curato il lancio hanno pensato a tutto”. “Ottenuti i permessi di volo – ha aggiunto Carmine Bellino responsabile del progetto – hanno calcolato l’incidenza dei venti e collocato a lato di Fiorenza due telecamere per riprendere tutte le fasi del volo”.

Mattia Lattanzica
Dal numero 247 – Anno VI del 8/5/2019