L’Opera di Santa Maria del Fiore ha aperto una nuova biglietteria in Piazza Duomo a Firenze

nuova biglietteria opera duomo 1L’Opera di Santa Maria del Fiore ha aperto ufficialmente al pubblico una nuova biglietteria in Piazza Duomo 14 TILL, che si aggiunge alle altre tre esistenti.

Nella nuova biglietteria dallo scorso mese è possibile, come nelle altre, acquistare il biglietto unico (costo 18 euron) per visitare i monumenti del Duomo di Firenze oltre che fare le prenotazioni per la Cupola del Brunelleschi.

Sempre nel mese di agosto una delle biglietterie, quella in Piazza San Giovanni 7, è rimasta parzialmente chiusa per lavori di riallestimento ma hanno funzionato regolarmente le cinque casse automatiche.

Durante i lavori di ristrutturazione della nuova biglietteria l’Opera ha rinvenuto e fatto restaurare, in accorto con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Firenze Prato e Pistoia, pregevoli decorazioni pittoriche, risalenti alla prima metà del 1800, che occupavano integralmente le pareti e il soffitto della sala principale, raffiguranti motivi architettonici. Dopo una serie di saggi stratigrafici ordinati dall’architetto Fulvia Zeuli della Soprintendenza, i lavori di restauro sono iniziati nel novembre del 2018 ed eseguiti dalla ditta PT COLOR. Durante i lavori è stato anche possibile individuare la posizione originaria di una lapide commemorativa, che ricorda la visita di Papa Pio IX a Firenze nel 1857, dove è stata ricollocata.

La nuova biglietteria si trova nell’edificio centrale del complesso denominato “Le Tre Fabbriche”, costruito a partire dal 1825, con l’ingresso tra le due sculture di Pampaloni raffiguranti Arnolfo di Cambio e Filippo Brunelleschi. I locali dove è stata realizzata la nuova biglietteria erano la sede della sala delle Udienze, dello scrittoio e dell’archivio dell’Opera di Carità dei Cappellani.

I monumenti del Duomo di Firenze sono visitati ogni anno da circa tre milioni di persone, di questi un milione e quattrocento mila acquistano il biglietto e i restanti accedono gratuitamente alla Cattedrale.

Simona Michelotti
Dal numero 262– Anno VI del 11/9/2019

Detta bildspel kräver JavaScript.