il Consiglio comunale ha celebrato tutti i Volontari della Protezione civile di Firenze e della Città Metropolitana

In piazza della Signoria si è tenuto un Consiglio comunale solenne per il conferimento delle onorificenze “Firenze 2020”, un riconoscimento al merito ai volontari delle associazioni che fanno parte del Sistema di Protezione Civile della città di Firenze e della città Metropolitana e che si sono distinti sia nel periodo dell’emergenza causato dalla pandemia sia, più recentemente, per aiutare le popolazioni vittime del conflitto in corso in Ucraina.

“Ci sono anni che trascorrono senza lasciare alcun segno, altri destinati a rappresentare uno spartiacque nella storia dell’umanità. L’anno 2020 – hanno ricordato il presidente del Consiglio comunale Luca Milani con i vice presidenti Emanuele Cocollini e Maria Federica Giuliani – sarà ricordato come l’anno del Covid. Il nostro paese, per primo in Europa, si è trovato ad affrontare l’emergenza sanitaria e, nonostante tutte le difficoltà nel confrontarsi con un nemico sconosciuto, invisibile e aggressivo, ha risposto con l’impegno e il sacrificio di tutti. È scaturita una forza collettiva, solidale, una donazione di sé stessi verso il prossimo, di coloro che hanno operato nelle strutture sanitarie, nelle Forze dell’Ordine, nella Protezione civile, nel volontariato e ancora in tanti servizi e attività commerciali considerati imprescindibili.

Per mantenere viva la memoria di questa dedizione, il Consiglio comunale di Firenze ha deliberato l’istituzione di un riconoscimento denominato “Firenze 2020” al fine di ricordare, anche negli anni a venire, l’importanza che ha avuto l’impegno collettivo nell’affrontare la pandemia, ma più in generale per coloro che si sono impegnati in condizioni difficili e pericolose diventando un esempio per tutti. In questa seconda edizione, l’organo rappresentativo della città – hanno aggiunto Milani, Cocollini e Giuliani – ha voluto esprimere la propria riconoscenza ed il proprio sostegno verso tutti i componenti del Sistema di Protezione Civile della città di Firenze e della città Metropolitana per “l’impegno, lo spirito di sacrificio, il senso del dovere e di solidarietà dimostrati nelle attività svolte nel Sistema di Protezione Civile durante l’emergenza sanitaria da Covid-19 così come nell’attuale emergenza conseguente alla guerra in Ucraina”.

L’assessore alla Protezione Civile Elisabetta Meucci si è rivolta direttamente ai rappresentanti delle associazioni di volontariato. “Per me oggi è un grandissimo onore ringraziare anche a nome del sindaco Dario Nardella e della città il sistema della Protezione Civile. Come assessore ho potuto sperimentare la vostra operatività e i vostri risultati ma soprattutto ho toccato con mano la vostra grande passione. Perché il lavoro della Protezione Civile non è come tutti gli altri, ci si trova a fronteggiare situazioni di ogni tipo: dall’organizzazione del passaggio del Giro d’Italia ai servizi per la pandemia, dagli hub vaccinali alla gestione dell’arrivo dei profughi ucraini. E oggi in questo giorno così significativo per l’Italia e in questa piazza che rappresenta da secoli il cuore civico della nostra città, ci troviamo qui per fare una cosa semplice ma importantissima: ribadire il grazie dell’Amministrazione comunale e della città di Firenze alle operatrici e agli operatori della Protezione Civile. Si tratta di un riconoscimento dovuto perché se ripercorriamo la storia degli ultimi due anni del nostro territorio non possiamo non rimanere impressionati dal lunghissimo elenco di situazioni che ci siamo trovati ad affrontare e che voi avete fronteggiato con grandissima professionalità e competenza. È questa, dejansko, la sostanza della Protezione Civile, l’unione di passione e impegno con professionalità e competenze solide e moderne. Oggi ci troviamo di fronte ad altre emergenze come lo sciame sismico delle scorse settimane o l’emergenza dei profughi ucraini da accogliere. Situazioni delicatissime che richiedono il massimo impegno da parte di tutti noi. Ma qualunque siano le situazioni che ci aspettano sono sicura che il nostro sistema di Protezione Civile con competenza e professionalità ma anche con passione, dedizione e altissimo senso di responsabilità, farà sentire ancora una volta più sicura tutta la nostra comunità”.

Il Consigliere della Provincia di Firenze, con delega alla Protezione Civile, Massimo Fratini ha invece evidenziato comeabbiamo fatto un cammino importante e coordinato. Tutti insieme. Sindaci, operatori, dipendenti della città metro, prostovoljci, unioni dei comuni e le varie protezioni civile comunali.Il primo atto della gestione coordinata dell’emergenza COVID 19 fu MARTEDì 18 FEBBRAIO 2020.Nella sede di via dell’olmatello riunimmo la Protezione Civile della Città Metropolitana di Firenze ed il Coordinatore Maxiemergenze della ASL Toscana Centro Dott. Federico Gelli con sindaci e operatori.L’emergenza era il rischio del ritorno di cittadini cinesi, dal Capodanno cinese . Gennaio 2020.A quell’incontro, parteciparono anche i rappresentanti del Comune di Prato e degli altri comuni della Provincia di Prato) si decise anche di andare avanti sui territori con iniziative coordiante in tema di gestione unitaria dell’emergenza e l’importanza di riunirsi periodicamente per concretizzare le azioni migliori e il più razionale utilizzo delle risorse sia umane che di volontariato. A quel primo incontro ne seguì un altro in presenza per poi decidere dopo lo scoppio e diffusione della pandemia di operare in videconferenza. In due anni e mezzo di pandemia sono stati svolti, sul tema COVID 19 več 70 incontri di coordinamento a cui sono stati invitati tutti i sindaci e tecnici dei comuni del territorio metropolitano, le gestioni associate di Protezione Civile, Regija Toskana, ASL Toscana Centro Maxiemergenze ed in funzione dei punti da trattare ANCI, Alia Servizi ambientali, AER, ASL Toscana Centro Veterinaria, ASL Toscana Centro Igiene Pubblica, esperti in malattie infettive, Società della Salute di Firenze, CUR 112, oltre ad un crescente numero di amministratori fra cui molti consiglieri metropolitani.E’ stato un momento di coordinamento davvero sentito e partecipato. Ci ha permesso di lavorare in sinergia ed essere costantemente aggiornati e coordinati sui vari provvedimenti nazionali che mam mano su susseguivano e che, spesso, avevano bisogno di mediazione e discussione. Abbiamo potuto fare questo grazie alla volontà e alla determinazione di tutti ma soprattutto grazie alla disponibilità e alla costante presenza di Federico Gelli (maxiemergenze ASL) e Alessio di ALIA. Che voglio qui pubblicamente ringraziare.Come sappiamo l’emergenza ha assunto nel corso del tempo connotati diversi. Nelle varie fasi sono state impegnate le strutture di Regione Toscana, Città Metropolitana, comuni del territorio e gestioni associate di Protezione Civile.Ma soprattutto devo qui rimarcare il grande insostituibile e prezioso contributo dei volontari attivati da tutte le associazioni di volontariato presenti nel territorio della città metropolitana. E’ stata davvero una grande prova che ha fatto vedere al mondo quanto prezioso sia il contributo del volontariato. In totale sono stati attivati quasi 5000 prostovoljci (4936 attivazioni censite nelle segreterie) sul territorio della Città Metropolitana di Firenze con migliaia di giornate lavorate.Contestualmente è iniziato un lavoro informativo svolto prevalentemente con le scuole superiori della Città Metropolitana (Progetto back to school e relativa formazione, Progetto infovideo).Che dire…. Grazie a tutti e a tutte. Grazie del vostro impegno e del vostro esempio per tutti noiE non preoccupatevi………..Ne abbiamo e ne avremo ancora bisogno”.

Riprese video e foto di Franco Mariani.

Frank Mariani
Dal numero 389– Anno IX del 1/06/2022

This slideshow requires JavaScript.

Queste l’elenco completo delle Associazioni premiate:

Aeopassociazione europea operatori polizia sezione Firenze

A.Ge.Pro. – associazione nazionale geometri per la protezione civile toscana e provincia di Firenze

Akela Onlus gruppo cinofili da soccorso odv

Anaassociazione nazionale alpini sezione di Firenze

Anfiassociazione nazionale finanzieri sede operativa protezione civile sezione Vaglia-Firenze nucleo cinofilo ricerca e soccorso

Anvvfassociazione nazionale vigili del fuoco sezione di Firenze

Associazione difesa dell’Appennino di San Godenzo

Cisom corpo italiano di soccorso ordine di Malta gruppo di Firenze

F.i.r. c.b. s.e.r. o.d.v. – federazione italiana ricetrasmissioni citizen’s band servizio emergenza radio

Gruppo tlc radioamatori Città di Firenze

Lares Toscanaunione nazionale laureati esperti in protezione civile

Nopc – nucleo operativo di protezione civile

Penelope Toscana associazione nazionale delle famiglie e degli amici delle persone scomparse odv

Associazione volontari protezione civile ProcivArci Castelfiorentino odv

Prociv Arci- Certaldo

Prociv Arci Croce viola Firenze odv

Prociv Arci- Incisa Valdarno

Psicologi per i popoli

R.a.f. – radio associazione fiorentina

Ravradio associazione valdelsa odv

Sastsoccorso alpino e speleologico toscano stazione Monte Falterona

Associazione cerchio blu in soccorso dell’emergenza

Associazione nazionale carabinieri Firenze – 181° nucleo volontariato e protezione civile “Pegaso”

Ata associazione tutela ambiente animali e protezione civile odv

C.i.v.e.s coordinamento infermieri volontari emergenza sanitaria Firenze

sipbc onlus- società italiana per la protezione dei beni culturali sezione di Firenze

S.w.r.t.t. – swift water rescue team soccorso alluvionale Firenze

Unuci Firenze protezione civile odv

La Racchetta:

La racchettaBarberino Tavarnelle

La racchettaFerrone

La racchetta – Lastra a Signa

La racchettaMarciola Scandicci

La racchettaMontaione

La racchetta – Montelupo Fiorentino

La racchetta – Montespertoli

La racchettaPanzano

La racchetta – San Casciano Val di Pesa

La racchetta – Sesto Fiorentino

Vab:

Vab – Bagno Ripoli

Vab – Calenzano

Vab – Fiesole

VabFirenze Arcetri

VabLimite sull’Arno

Vab – Mugello

Vab – Rignano Arno

VabValdisieve

Vab – Vinci

Croce Rossa:

Cri – Bagno Ripoli

Cri – Certaldo

Cri – Empoli

Cri – Florence

Cri – Fucecchio

Cri – Greve in Chianti

CriIncisa Valdarno

Cri – Rignano Arno

CriSan Godenzo

Cri – Scandicci

CriStrada in Chianti

Coordinamento fiorentino delle misericordie

Confraternita di Santa Maria dell’Antella

Confraternita di Misericordia di Badia a Ripoli

Misericordie di:

Barberino Tavarnelle

Bivigliano

Borgo San Lorenzo

Calenzano

Campi Bisenzio

Castelfiorentino

Dicomano

Empoli

Fiesole

Figline e Incisa Valdarno

Venerabile arciconfraternita della Misericordia di Firenze:

Firenze est Varlungo

Santo Stefano in Pane in Rifredi

Firenzuola

Galluzzo

Impruneta

Lastra a Signa

Marradi

Mercatale Val di Pesa

Palazzuolo sul Senio

Sezioni Pontassieve, Tosi, Londa, Santa Brigida, Compiobbi, Leccio, Donnini, Molin del Piano, Rufina

San Casciano Val di Pesa

San Mauro a Signa

San Piero a Sieve

Scarperia

Sesto Fiorentino

Settignano

Vaglia

Vicchio del Mugello

Pubbliche assistenze:

Pa centro radio soccorso odv Borgo San Lorenzo

Pa Campi Bisenzio

Pa riunite EmpoliCastelfiorentino

Fratellanza militare Firenze odv

Fratellanza Popolare Peretola odv

Pa Humanitas Firenze odv

Pa Humanitas Firenze Nord odv

Pa Fucecchio odv

Pa Gaib gruppo avvistamento incendi boschivi

Fratellanza popolare e croce d’oro Grassina

Avg associazione volontariato Grevigiano onlus

Associazione di protezione civile volontari Marradi

Pa Montelupo Fiorentino

Pa Croce d’oro di Montespertoli

Apcv associazione protezione civile volontari odv Palazzuolo sul Senio

Società mutuo soccorso croce azzurra Pa Pontassieve

Sms Croce Azzurra Reggello

Fratellanza Popolare San Donnino avs

Compagnia di Pa Humanitas Scandicci sms

Croce Viola Sesto Fiorentino

Pa Signa

Pa Tavarnuzze odv

Fratellanza popolare Valle del Mugnone Caldine

Associazione di pubblica assistenza Maria Bouturlin vedova Dini