I nuovi ponteggi per il restauro dei Mosaici del Battistero permetteranno ai visitatori di toccarli con le mani

Sawise pambangunan situs konstruksi imposing sing bakal ngidini pemulihan mozek polkroment kaping pindho ing latar mburi emas sing nutupi kubis saka Baptosis San Giovanni ing Florence,it,Fase kapisan campur tangan sing bakal tahan total bakal diwiwiti,it,Sawise ngluwihi,it,taun saka pemugaran pungkasan,it,ngluwihi,it,meter kothak mozaik,it,digawe karo,it,Mayuta-yuta kertu polychrome ukuran sing beda-beda gumantung saka,it,mm saben sisih,it,dheweke bakal dadi topik intervensi sing duwe mbalekake stabilitas struktural lan adhesion ing wektu,it,Tangkep fenomena fenomena sing ngrusak lan nggawa kamulyan latar mburi emas lan warna sing jelas saka kertu vitre kertu,it,Kanggo sepisanan bisa ditindakake kanggo masarakat kanggo ndeleng mozek saka kubah cedhak,it, prenderanno avvio le prime fasi dell’intervento che durerà in totale 6 taun lawas.

Dopo oltre 100 anni dall’ultimo restauro del 1898-1907, gli oltre 1.000 mq di mosaici - realizzati con 10 milioni di tessere policrome della grandezza che varia da 5 sing 20 mm per lato – saranno oggetto di un intervento che intende recuperare la stabilità strutturale e la loro adesione alla volta, arrestare i fenomeni di degrado e riportare alla luce lo splendore del fondo oro e i vividi colori delle tessere vitree.

Per la prima volta sarà possibile per il pubblico vedere da vicino i mosaici della cupola, Digawe ing desain persiapan seniman kayata cimabue lan coppo di marcovaldo,it,manawa ing sisih pemandangan agama saka pangadilan pungkasan, nyritakake crita-crita babagan Genesis ing patang registrasi,it,dening giuseppe jew,it,saka Kristus lan Baptis,it,Pengalaman sing unik lan ora bisa diramalake,it,manawa bakal bisa urip mung sajrone pirang-pirang taun mulihake,it,Kunjungan bakal diwiwiti saka sabanjure,it,Booking ing situs web Opera,it,Situs konstruksi lan intervensi pemulihan kasebut ditugasake lan dibiayai dening karya Santa Maria del fiore setuju karo para archdiocese saka Florence,it,Ing sangisoring superintendency arkeologi dhuwur,it,Seni lan Lanskap sing apik kanggo kutha metropolitan saka Florence lan provinsi Prato lan Pistoia,it, che ai lati della grandiosa scena del Giudizio finale narrano su quattro registri le Storie della Genesi, di Giuseppe ebreo, di Cristo e del Battista. Un’esperienza unica e irripetibile, che sarà possibile vivere solo durante gli anni del restauro. Le visite avranno inizio dal prossimo 24 Februari 2023, prenotandosi sul sito dell’Opera: https://duomo.firenze.it/it/630/visite-esclusive.

Il cantiere e l’intervento di restauro sono commissionati e finanziati dall’Opera di Santa Maria del Fiore in accordo con l’Arcidiocesi di Firenze, sotto l’alta sorveglianza della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e paesaggio per la Città metropolitana di Firenze e le province di Prato e Pistoia.

Situs konstruksi minangka proyek karya Santa Maria del fiore karo kontrak sistem tecno lan dibangun s.p.a,it,Nalika intervensi kasebut dipasrahake ing pusat konservasi arkeologi ing antarane karya mozaik sing dibalekake,it,gumunggung ing biara sing misuwur ing Santa Katerina ing Gunung Sinai,it,Pakaryan diwiwiti saka,it,pisanan dibalekake ing njaba tugu banjur bagean internal kanthi mozaik,it,Pembiayaan karya karo,it,Akeh sing bakal nandur modal kanggo mulihake mozek saka kubah,it,Supaya bisa mulihake kolong mozem saka baptisantif Florence,it,Sampeyan perlu kanggo ngrancang lan nggawe situs konstruksi teknologi sing bisa nggawe kabeh lumahing mozaik saka Vault diakses,it. mentre l’intervento è stato affidato al Centro di Conservazione Archeologica che tra i tanti capolavori a mosaico restaurati, vanta quelli celeberrimi del Monastero di Santa Caterina sul monte Sinai.

L’Opera a partire dal 2014 ha restaurato prima l’esterno del monumento e poi le parti interne con mosaici, finanziando i lavori con 4 milioni e 600 ewu. Altrettanti li investirà per il restauro dei mosaici della cupola, kanggo total 10 yuta euro.

Per poter restaurare la volta musiva del Battistero di Firenze, è stato necessario progettare e realizzare un cantiere tecnologicamente innovativo in grado di rendere accessibile l’intera superficie musiva della volta (liwat 1.000 mq) lan ing wektu sing padha, dheweke duwe pengaruh visual paling sithik ing lemah,it,Mangkono ninggalake para pengunjung,it,ewu mung ing,it,Tembok lan scarsella sing dihiasi kanthi marmer lan mozaik,it,sing restorasi rampung ing wulan Juli taun kepungkur,it,Sawise wektu sing dawa ing gestasi,it,Solusi sing dingerteni yaiku nggawe scaffolding jamur -shaped,it,m lan diameteripun,pt,sing berkembang ing area,it,Sqm bisa mlaku ing sisih ndhuwur,it,Ing pasuryan saka permukaan sing dikuwasani ing lemah,it,Scaffolding,it,dibangun karo,it,Gunakake balok aluminium generasi paling anyar,it,Lacak Lemah,en,sing ngliwati bukaan quadrangular sing nyathet penthouse saka baptisasi,it,Dheweke ngidini sampeyan kanthi merata kanthi cara ing struktur sing ndhukung tugu,it, lasciando così visibili ai visitatori (1 milione e 215 mila solo nel 2022) le pareti e la scarsella magnificamente decorate con marmi e mosaici, il cui restauro è terminato a luglio dell’anno scorso.

Dopo un lungo periodo di gestazione, la soluzione individuata è stata quella di realizzare un ponteggio a forma di fungo (altezza 31,50 m e diametro 25,50) che si sviluppa su una superficie di 618 mq calpestabili nella parte alta, a fronte di una superficie occupata a terra di soli 63 mq.

Il ponteggio, costruito con 8.150 unsur, utilizza delle travi in alluminio di ultima generazione (Layher Flex), che passando attraverso le aperture quadrangolari che si affacciano sul piano attico del Battistero, permettono di distribuire uniformemente i carichi sulla struttura portante del monumento.

Pemugaran ing ndhuwur mozaik saka baptis saka Florence,it,yen sajrone satus abad ora ana sing bisa mriksa lan sinau kanthi rapet,it,bisa nggunakake pengalaman sing dipikolehi ing pemulihan tembok internal saka baptisasi lan informasi sing dipikolehi restorasi kepungkur lan utamane,it,Dileksanakake dening Opificio Delle Pietre Dure,it,Iku hipotesis,it,Adhedhasar laporan akhir sing terakhir,it,manawa campur tangan kasebut bakal ngadhepi kahanan sing hadiah,it,area,it,Sqm saka Mosaic kuno,it,Dipasang ing malta asli,it,mungkin ana ing phase detasmen,it,meter persegi lumahing mosaic dicopot lan diowahi ulang ing semen mortir dening opes,it,meter kothak permukaan tiba lan diobati ing plester dihiasi ing intervensi ing,it, che da oltre un secolo nessuno ha potuto esaminare e studiare da vicino, potrà avvalersi dell’esperienza maturata nel precedente restauro delle pareti interne del Battistero e delle informazioni acquisite sui passati restauri e in particolare quello del 1898 – 1907 eseguito dall’Opificio delle Pietre Dure.

Si ipotizza, sulla base della relazione finale di quest’ultimo, che l’intervento dovrà affrontare una situazione che presenta: una superficie di 344 mq di mosaico antico, allettato su malta originale, probabilmente in fase di distacco; 567 mq di superfici di mosaico staccate e riallettate su malta cementizia dall’Opificio; 128 mq di superfici cadute e trattate a intonaco decorato nell’intervento del 1820 – 1823 banjur redone mozaik ing pemugaran pungkasan,it,Ing dina iki, investigasi diagnostik sing perlu bakal diwiwiti ora mung mriksa deteksi utawa decoes, nanging uga nemtokake kerusakan kertu,it,komposisi lan negara "kesehatan" Bahan sing beda-beda sing nggawe karya kasebut,it,Adhedhasar kabeh informasi grafis,it,Photographic lan Diagnostik dipikolehi banjur bakal bisa njlentrehake babagan metode intervensi tartamtu kanggo saben masalah,it,Ngenali bahan sing paling cocog lan inovatif banjur nerusake pemulihan nyata,it,Dikuasai dening tokoh hakim Kristus,it,The Mosaics of the Baptistery Dome minangka sumber inspirasi kanggo perwakilan neraka ing Comedy DANTE ',it,Menyang,it.

In questi giorni prenderanno avvio le indagini diagnostiche necessarie non solo per verificare i distacchi o le decoesioni ma anche per definire il degrado delle tessere, la composizione e lo stato di “salute” dei diversi materiali che costituiscono l’opera. Sulla base di tutte le informazioni grafiche, fotografiche e diagnostiche acquisite sarà poi possibile delineare nel dettaglio le metodologie d’intervento specifiche per ogni problematica, individuare i materiali più opportuni e innovativi per poi procedere al restauro vero e proprio.

Dominati dalla figura del Cristo giudice, i mosaici della cupola del Battistero furono fonte di ispirazione per la rappresentazione dell’Inferno nella Divina Commedia di Dante.

Verso il 1225, secondo la data iscritta nella scarsella del Battistero, i lavori presero avvio, probabilmente ricorrendo a mosaicisti venuti da fuori e a fornaci già attive altrove. Ma ben presto gli artisti fiorentini seppero conquistare piena autonomia, e a fine secolo gli oltre mille metri quadrati della cupola si erano ammantati della scintillante veste musiva.

Più generazioni di artisti si succedettero sui ponteggi per creare una spettacolare antologia dell’arte, pittorica e musiva insieme, della quale fa parte anche la volta della scarsella, i cui mosaici furono realizzati mentre ancora si lavorava a quelli della cupola.

Una volta ultimata questa colossale impresa, si volle estenderli anche alle zone parietali, dove in origine non erano previsti.

“L’Opera di Santa Maria del Fiore – Nerangake Presiden Luca Bagnoli,it,lair kanggo mbangun katedral Florence lan ngurus aset sing darmabakti kanggo pangopènané,it,Evolusi sabanjure,it,kristal ing aturan concordatary,it,Ing pemeriksaan sing luwih cedhak karo rong tujuan,it,eksplisit,it,primaria,pt,Dadi pasamuwan,it,sing njaga bangunan ing layanan kultus,it,implisit,it,kanggo njaga dheweke minangka warisan budaya kanggo kabeh komunitas,it,Minangka warisan budaya manungsa,it,Pemugaran mosaics saka baptistriment Dome nanggapi kanthi tujuan kasebut kanthi tujuan kasebut lan makili lampahane komitmen diwiwiti,it,Lan sapa sing bakal mungkasi ing taun 2028 ",it - nasce per costruire il Duomo di Firenze e amministrare i beni dedicati al suo mantenimento. La successiva evoluzione, cristallizzata nelle norme concordatarie, a ben vedere assegna due finalità: una esplicita, primaria, trattandosi di chiese, quella di mantenere gli edifici al servizio del culto; una implicita, quella di mantenerli quali beni culturali di interesse per la collettività intera, quale patrimonio culturale dell’umanità. Il restauro dei mosaici della cupola del Battistero risponde appieno a queste finalità e rappresenta la continuazione di un impegno iniziato nel 2014 e il quale terminerà nel 2028”.

”Sajrone pirang-pirang abad, pakaryan Santa Maria del fiore wis ngurus baptisan lan katedral sing dadi papan sing ana ing sumber Kristen,it,Baptisan,it,Lan puncak liyane saka urip Kristen Eucharist,it,Kardinal Giuseppe Betori ujar,it,Kabeh bapak-bapak kita pengin ing tandha kaendahan,it,Amarga liwat, bebener misteri sing dirayakake ing kene, yaiku kasunyatane Gusti Allah memenuhi manungsa uga diucapake,it,Kanggo alasan iki, ing baptis ing tangan siji ana misteri Gusti sing ora bisa diwakili kanthi cara geometri ing marmer,it,abstraksi maksimal,it,saka transcendence,it,lan liya-liyane yen agama kita minangka agama sing bisa digawe saka badan,it, il battesimo, e l’altro il culmine della vita cristiana l’Eucarestia, - afferma il Cardinale Giuseppe Betori - Tutto questo i nostri padri lo hanno voluto nel segno della bellezza, perché attraverso di essa fosse espressa anche la Verità del mistero che qui si celebra e cioè il fatto che qui Dio incontra l’uomo. Per questo nel Battistero da una parte c’è il mistero insondabile di Dio rappresentato in qualche modo dalle forme geometriche nei marmi, massimo dell’astrazione, della trascendenza, e dall’altra il fatto che la nostra religione è una religione incarnata fatta di corpi, saka Kristus,it,Wong-wong sing precaya marang dheweke,it,Tokoh sing kita temokake ing mozek saka loteng lan sing menang ing kubah kasebut,it,Baptisyter minangka bangunan sing nyatakake Kristen tartamtu,it,Kanggo alasan iki, ngati-ati ora mung prihatin estetika,it,Ing kene kaendahan kasebut nyebabake bebener,it,Pemugaran mozaik yaiku pakaryan sing sah kanggo iman lan ora mung kanggo sejarah seni,it,Saka Riset Arsip,it,sing nerusake proyek pemulihan,it,Warta muncul ing intervensi pangopènan dokumen wiwit saka,it,digawe perlu amarga infiltrasi banyu saka atap sing rusak mozek,it,Kita ngerti manawa kanggo campur tangan pisanan yaiku Artis Agnolo Gaddi dadi tanggung jawab,it, quello degli uomini che hanno creduto in lui, volti, figure che ritroviamo rappresentate nei mosaici del ballatoio e che trionfano in quelli della cupola. Il Battistero è un edificio che dice lo specifico cristiano, per questo il prendersene cura non riguarda solo l’estetica, qui il bello conduce al Vero, il restauro dei mosaici è dunque un’opera valida per la fede e non solo per la storia dell’arte”.

Dalle ricerche di archivio, che hanno proceduto il progetto di restauro, sono emerse notizie che documentano interventi di manutenzione a partire fin dal 1300, resi necessari a causa d’infiltrazioni d’acqua provenienti dalla copertura che avevano danneggiato i mosaici.

Sappiamo che per il primo intervento fu incaricato l’artista Agnolo Gaddi e successivamente, miwiti saka 1483, Pakaryan kasebut nemtokake penghasilan taunan telung puluh florins menyang pelukis Alessio Baldovinetti kanggo verifikasi stabilitas mozek lan campur tangan,it,Liwat abad-abad ing ngisor iki, campur tangan pangopènan luwih bakal ditindakake,it,Sing paling penting bakal dadi,it,dening pelukis florentine giovanni orlandini lan sorbolini giuseppe sing ora migunani amarga ing wulan Juni,it,Bagean gedhe mozaik lan plester sing dicet wis dicopot,it,Mangkono mutusake kanggo campur tangan maneh,it,Lukisan wilayah sing ana ing mozaik,it,Tinimbang diowahi ing Mosaic,it,Lan kanggo iki pelukis Luigi Ademollo ditugasake,it,sing makarya saka,it,Ademollo uga nggunakake piring wesi sing gedhe kanggo ndandani mozaik,it.

Nel corso dei successivi secoli saranno eseguiti ulteriori interventi di manutenzione, antarane kang, il più importante sarà quello del 1781 – 1782 a opera del pittore fiorentino Giovanni Orlandini e di Giuseppe Sorbolini che però non risultò utile perché nel già giugno del 1819 si era staccata una vasta sezione di mosaici e intonaco dipinto.

Fu deciso così di intervenire di nuovo, dipingendo le zone dove i mosaici erano caduti, invece di rifarle a mosaico, e per questo fu incaricato il pittore Luigi Ademollo, che vi lavorò dal 1820 menyang 1823. L’Ademollo utilizzò anche delle larghe piastre di ferro per fissare i mosaici, Solusi sing wis rampung ora efektif supaya ing pungkasan abad kasongolas nalika kerja nindakake pabrik watu sing angel,it,Banjur diarahake dening superintendent edoardo maroardo,it,Gugur wilayah gedhe saka Mosaic caket,it,Thanks kanggo laporan pungkasan OPES, kita ngerti manawa kolong mozem dibalekake,it,Sqm tiba lan dicet ing plester dening Luigi Ademollo dadi redone ing Moosaic Thanks kanggo kartun saka pelukis artur,it,Nggunakake kertu musim gugur kuno lan pesenan anyar ing Murano,it,Sawetara liyane,it,M2 adhering sekaligus lan pabrik mutusake kanggo mbusak,it,Sqm lan nyusun ulang kanthi mortir sing ngemot bagean saka konkrit soket alon,it,meter meter kothak ing latar emas,it,Mayuta-yuta kertu polychrome,it,Ukuran kertu sing beda-beda gumantung saka,it, allora diretto dal soprintendente Edoardo Marchionni, era imminente la caduta di larghe zone di mosaico.

Grazie alla relazione finale dell’Opificio sappiamo che fu restaurata la volta musiva per 1032 mq. Saka cacah iki mau, i 128 mq caduti e dipinti a intonaco da Luigi Ademollo furono rifatti a mosaico grazie ai cartoni del pittore Arturo Viligiardi, utilizzando le antiche tessere cadute e delle nuove ordinate a Murano. Pochi degli altri 911 mq erano aderenti alla volta e l’Opificio decise di distaccare 567 mq e riallettarli con una malta contenente una porzione di cemento a presa lenta.

Liwat 1.000 mq di mosaici a fondo oro

10 milioni di tessere policrome

Grandezza delle tessere che varia da 5 sing 20 mm per lato

Dhuwur saka scaffolding,it,Diameteripun scaffolding,it,Permukaan sing mlaku ing sisih ndhuwur,it,Permukaan sing dikuwasani ing lemah,it,Unsur kuantitas sing digunakake,it,Dina kerja kanggo mbangun scaffolding,it,andhuk mikroforo serigrafat serigrafat,it,Skala umum karo kebangkrutan nganti 17,5m,it,Ukuran Situs Konstruksi nganggo Landing nganti 29.5m,it,pemulihan fasades eksternal lan jotosan jumbuh dibiayai dening karya Santa Maria del fiore,it,Pemugaran wolung tembok internal kalebu parut sing dibiayai dening karya Santa Maria del fiore,it,Desain lan konstruksi situs pemulihan lan invival arsibal,it,Pemugaran mosaics saka kubah,it 31,5 m

Diametro del ponteggio 25,50 m

Superficie calpestabile nella parte alta 618 mq

Superficie occupata a terra 63 mq

Quantità elementi utilizzati 8.150

Giorni di lavoro per costruire il ponteggio 40

500 mq di telo microforato serigrafato

Scala pubblico con sbarco fino 17,5m

Scala da cantiere con sbarco fino a 29,5m

2014 - 2015 restauro delle facciate esterne e del manto di copertura Finanziati dall’Opera di Santa Maria del Fiore con 2 yuta euro

2017 – 2022 restauro delle otto pareti interne compresa la scarsella Finanziati dall’Opera di Santa Maria del Fiore con 2 milioni e 600 ewu euro

2022 - progettazione e realizzazione del cantiere di restauro e indagini d’archivio

2023 – 2028 restauro dei mosaici della cupola

Riprese video e foto di Franco Mariani

Franco MARIANI
Saka nomer 418 – Anno X del 8/02/2023

This slideshow requires JavaScript.